Operazione saxpy nel fortran

necessary phrase... super, magnificent idea..

Category: Operazione saxpy nel fortran

Operazione saxpy nel fortran

Thanks for helping us catch any problems with articles on DeepDyve. We'll do our best to fix them.

operazione saxpy nel fortran

Check all that apply - Please note that only the first page is available if you have not selected a reading option after clicking "Read Article". Include any more information that will help us locate the issue and fix it faster for you. In this work, fast 3D non-isothermal mold flow simulation programs that take advantage of the new generation parallel supercomputers such as Cray C90 and TMC CM-5 are developed and evaluated.

They rely on recently developed fast iterative solvers: the generalized minimal residual solver and the quasi minimal residual solver.

In the examples, the performance of the iterative solvers and the overfill and redistribute scheme is evaluated, and a 3D simulation usingHEXA8 element mesh is performed. Enjoy affordable access to over 18 million articles from more than 15, peer-reviewed journals. Get unlimited, online access to over 18 million full-text articles from more than 15, scientific journals.

See the journals in your area. Continue with Facebook. Sign up with Google. Bookmark this article. You can see your Bookmarks on your DeepDyve Library. Sign Up Log In. Copy and paste the desired citation format or use the link below to download a file formatted for EndNote.

The IBM 1401 compiles and runs FORTRAN II

All DeepDyve websites use cookies to improve your online experience. They were placed on your computer when you launched this website. You can change your cookie settings through your browser. Open Advanced Search. DeepDyve requires Javascript to function. Please enable Javascript on your browser to continue. Parallel computations of 3D flows in resin transfer molding Parallel computations of 3D flows in resin transfer molding Chang, Whie In this work, fast 3D non-isothermal mold flow simulation programs that take advantage of the new generation parallel supercomputers such as Cray C90 and TMC CM-5 are developed and evaluated.

Parallel computations of 3D flows in resin transfer molding Chang, Whie. Read Article. Download PDF. Share Full Text for Free beta. Web of Science. Let us know here. System error. Please try again! How was the reading experience on this article? The text was blurry Page doesn't load Other:. Details Include any more information that will help us locate the issue and fix it faster for you. Thank you for submitting a report!

Fortran - select case construct

Submitting a report will send us an email through our customer support system. Submit report Close.

operazione saxpy nel fortran

Recommended Articles Loading There are no references for this article. Subscribe to read the entire article.Fondamenti di programmazione in Fortran 77s Chapter 1.

UIC's Home Page. Published by Quequero. Impariamo a programmare in Fortran 77s, questo linguaggio che tanto piace agli studenti delle universita' italiane Tools usati. Notizie sul linguaggio.

operazione saxpy nel fortran

Nel periodo il gruppo di standardizzazione ha continuato la propria attivita' fino ad arrivare alla pubblicazione del Fortran Evoluzione naturale del Fortran 77 d'ora innanzi f77 che pur mantenendo una completa compatibilita' con i costrutti definiti nel vecchio standard, integra nuove funzioni definite nei linguaggi di nuova concezione costrutti strutturati while, repeat, case; programmazione orientata agli oggetti; ecc.

Il problema puo' essere risolto facilmente, iniziando a scrivere subito un programma che ne calcoli l'area dopo aver fatto immettere all'utente i dati necessari, e cosi' facendo commetteremmo l'errore evidenziato all'inizio di questo paragrafo Cosa dobbiamo fare? Innanzitutto scriviamo una prima schematizzazione del problema:. Calcola l'area del triangolo dopo aver chiesto l'inserimento dei dati necessari. Questo esempio, se dato in pasto a un compilatore, mettera' il computer in condizione di sputarci in faccia Cosi' e' gia' piu' definito il problema Siamo ad un ottimo punto della stesura.

A questo punto potremmo passare gia' alla codifica vera e propria, visto che si tratta di un problema banale, ma voglio effettuare un ulteriore raffinamento, in modo tale da poter avere poi una corrispondenza uno a uno tra le "istruzioni" del nostro "linguaggio di progetto" come viene denominato in ambiti universitari ed il nostro sorgente.

A questo punto, possiamo tranquillamente tradurre il nostro programma Linguaggio f77s: Struttura di un listato. Una delle limitazioni, forse piu' fastidiose del fortran e' l'editing dei sorgenti. Questo tipo di linguaggio soffre di particolari limitazioni che sono imputabili alla sua vecchia "concezione"; limitazioni che comunque possono essere agilmente superate utilizzando un moderno editor di testo e configurando quest'ultimo con qualche piccolo accorgimento.

Vediamo come procedere. La struttura, secondo lo standard, di una linea di codice in fortran e' cosi' composta:.

Ultimo carattere. Inizio istruzioni. Carattere speciale. Le istruzioni del sorgente possono essere inserite in qualsiasi posizione all'interno delle colonne da 7 a 72, le colonne da 1 a 6 sono destinate alla presenza delle "labels" che devono essere strutturate come una qualsiasi sequenza di numeri diversa da 0 dei veri e propri numeri di riga che vengono utilizzati nella realizzazione dei costrutti iterativi e di controllo presenti nei moderni linguaggi strutturati.

operazione saxpy nel fortran

La colonna 0 viene utilizzata con due scopi fondamentali: una C posta in questa posizione permette di inserire i commenti al codice, difatti tutto cio' che segue la lettera C, viene ignorato dal compilatore in fase di compilazione; mentre un carattere indica il proseguimento di una linea di codice iniziata alla riga precedente.

Chiaramente, nulla deve essere inserito se la linea di codice che stiamo scrivendo non rientra in queste due casistiche. Nota: I compilatori di vecchia generazione, restituiscono errori di compilazione nel caso vengano superate le 72 colonne. Questo limite viene superato dai moderni compilatori un esempio e' il Salford che risultano essere piu' elastici e, nel caso si "sfori" la lunghezza di 72 caratteri, restituiscono un "warning" in compilazione, ma fa girare regolarmente il programma.

Vediamo un esempio gli spazi, o blankssaranno evidenziati da punti :. C questa linea e' un commento, ci scriviamo quello che ci pare C segue un ciclo forGuida all'uso del prompt dei comandi DOS di Windows, come accedere e come usare i vari programmi da riga di comando. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy.

Guida al prompt dei comandi Dos su Windows Condividi. Guida all'uso del prompt dei comandi DOS di Windows, come accedere e come usare i vari programmi da riga di comando Molto spesso, nelle varie guide di Windows, si parla del prompt dei comandiossia dell'antica finestra nera che permette di lanciare operazioni sul computer scrivendo i comandi con la tastiera.

Tutti i diritti riservati. Quindi, per lanciare un programma che si trova in altre cartelle, bisogna spostarsi in quel percorso. Digitando il comando semplice dirsi riceve l'elenco dei file e delle altre cartelle all'interno di quella in cui ci si trova. Basta tenere premuti i tasti Shift e Control e poi premere col tasto destro su una cartella per vedere, nel menu, l'opzione " Apri finestra comando da qui ".

Per fortuna, i comandi di sistema di Windows sono eseguiti senza bisogno di spostarsi nel percorso in cui essi risiedono e si possono lanciare da ovunque. Se si prova a copiare ed incollare quella riga sul prompt dos, si ottiene lo stesso risultato di quando si clicca due volte su un collegamento. Quando si esegue un file. Microsoft ha anche rilasciato il nuovo Terminal, l'evoluzione del Prompt dei comandi per Windows Per sapere quali sono comandi dos si possono lanciareconviene affidarsi alle guide su blog e forum affidabili.

Ad esempio, si legge: CD : Visualizza il nome della directory corrente o consente di passare a un'altra directory. DATE : Visualizza o imposta la data. DIR : Visualizza un elenco di file e sottodirectory in una directory.

Un'altra cosa importante da sapere per usare il prompt dei comandi nel modo corretto sono le scorciatoie da tastiera dei tasti Funzione. Per la precisione, abbiamo i seguenti utilizzi: F1: ridigita l'ultimo comando usato, carattere per carattere F2: chiede un carattere, quindi ridigita l'ultimo comando usato fino alla prima occorrenza F3: ridigita completamente l'ultimo comando utilizzato. F4: richiede un carattere, quindi elimina tutti i caratteri nel comando corrente. F5: Completa nuovamente i comandi utilizzati in precedenza.

F8: Completa nuovamente i comandi utilizzati in precedenza, in modo ciclico. F9: ricopia completamente un comando precedentemente utilizzato, corrispondente al numero nel menu presentato da F7. Articoli simili in Guide PC.Harbison S. Ritchie download in. Kernighan B.

The Practice of Programming Addison-Wesley, s download in. Goldberg A. Addison Wesley — A. Goldberg, D. Robson — Smalltalk 80; The Language and its Implementation download in. Dahl O. Structured Programming Academic Press, Hoare C. Il file. Il mio primo compito fu la realizzazione, per il nuovo computer Elliottdi una subroutine di libreria per attuare un nuovo metodo di ordinamento interno rapido, da poco inventato da Shell. Il mio capo ed istruttore, Pat Shackleton, fu davvero contento del mio programma, una volta che fu completato.

Sebbene il mio metodo fosse piuttosto difficile da spiegare, alla fine dovette ammettere che avevo vinto la scommessa. Naturalmente tale linguaggio era ovviamente troppo complicato per i nostri clienti. Come avrebbero mai potuto capire tutti quei begin e end quando nemmeno il nostro venditore era in grado di farlo? Frequentai questo corso con una mia collega nel progetto del linguaggio, Jill Pym, con il Manager Tecnico della nostra divisione Roger Cook, e il nostro Manager alle Vendite, Paul King.

In quel progetto adottai alcuni principi di base che credo siano altrettanto validi oggi come lo erano allora. Quindi alcun dump di memoria sarebbe mai dovuto essere necessario. Noto con timore e disappunto che anche oggi nel i progettisti di linguaggi e gli utilizzatori non hanno compreso questa lezione.

Il quarto principio era che il compilatore doveva richiedere un solo singolo passo. Fu progettato e documentato in ALGOL 60, e quindi codificato in codice macchina decimale usando uno stack esplicitamente per la ricorsione. Posso ancora raccomandare una discesa top-down ricorsiva a passo singolo come metodo di implementazione e come principio di progetto per un linguaggio di programmazione.

Per prima cosa, certamente vogliamo che i programmi siano letti da persone, e le persone preferiscono leggere le cose una sola volta in un unico passo. A meno che non abbiamo una completa fiducia in questa, non potremo mai vare completa fiducia nei risultati prodotti da uno qualsiasi dei nostri programmi.

Dopo pochi mesi cominciammo a meravigliarci e a chiederci se qualcuno stava usando il nostro linguaggio e se teneva in considerazione i nostri successivi occasionali aggiornamenti, che incorporavano metodi operativi migliorati. Solo quando un cliente aveva qualche motivo di reclamo ci contattava, e molti non avevano lamentele. Il primo e principale compito del gruppo era quello di progettare un sottoinsieme del linguaggio in cui venivano rimosse alcune delle sue caratteristiche che meno avevano avuto successo.

Ciacun membro era invitato a suggerire il miglioramento che egli considerava maggiormente importante. Ma non importava! Questa fu la mia seconda proposta per il progetto del linguaggio. Questo progetto sarebbe stato noto con il nome di sistema software Elliott Mark II. Esso comprendeva : 1. Un assemblatore per un linguaggio assembly simbolico in cui tutta la parte rimanente del software doveva essere scritta.

Uno schema per la supervisione e gestione degli overlay di codice e dati, sia dal nastro magnetico che dalla memoria a nuclei di supporto. Questo schema doveva essere usato dal resto del software. Dopo aver cominciato il progetto del software Mark II, fui improvvisamente promosso al vertiginoso rango di Assistente Ingegnere Capo, responsabile dello sviluppo e progettazione avanzata dei prodotti della compagnia, sia hardware che software.Slideshare uses cookies to improve functionality and performance, and to provide you with relevant advertising.

If you continue browsing the site, you agree to the use of cookies on this website. See our User Agreement and Privacy Policy. See our Privacy Policy and User Agreement for details. If you wish to opt out, please close your SlideShare account. Learn more. Published on Feb 10, SlideShare Explore Search You.

Submit Search. Home Explore. Successfully reported this slideshow. We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Parallel computations of 3D flows in resin transfer molding

Upcoming SlideShare. Like this presentation? Why not share! Fenomenologia dei media 5. Embed Size px. Start on. Show related SlideShares at end. WordPress Shortcode.In the last chapter, you have seen how to read data from, and write data to the terminal.

In this chapter you will study file input and output functionalities provided by Fortran. You can read and write to one or more files. Before using a file you must open the file.

The open command is used to open files for reading or writing. If the open statement is successful then the ios value returned is zero else a non-zero value. It shows the prior status of the file. A scratch file is created and deleted when closed or the program ends. It is the file access mode. It gives the formatting status of the file. After the file has been opened, it is accessed by read and write statements. Once done, it should be closed using the close statement.

When the above code is compiled and executed, it creates the file data1. And then closes the file. The read and write statements respectively are used for reading from and writing into a file respectively. In this program we read from the file, we created in the last example, data1. Fortran - File Input Output Advertisements. Previous Page. Next Page.

Live Demo. Previous Page Print Page. Dashboard Logout.By using our site, you acknowledge that you have read and understand our Cookie PolicyPrivacy Policyand our Terms of Service. Stack Overflow for Teams is a private, secure spot for you and your coworkers to find and share information.

I work with Fortran now quite a long time but I have a question to which I can't find a satisfying answer. If I have two arrays and I want to copy one into the other:. And there is a huge difference in computational time!

The second one is much faster! If I do it without a loop can there be a problem because I don't know maybe I'm not coping the content just the memory reference?

Does it change anything if I do another mathematical step like:. Is there a problem on a different architecture cluster server or on a different compiler gfortran, ifort? I have to perform various computational steps on huge amounts of data so the computational time is an issue.

In Fortran, the first parameter is the fastest changing. That means that in the second loop, the compiler can load several elements of the array in one big swoop in the lower level caches to do operations on. If you have multidimensional loops, always have the innermost loop loop over the first index, and so on. If possible in any way. However, these construct are equivalent to the explicit loops, and it depends on the compiler which one will be faster.

Whether the memory will be copied or not depends on what further is done with the arrays and whether the compiler can optimize that. If there is no performance gain, it is safe to assume the array will be copied. Learn more. Copying arrays: loops vs. Asked 5 years, 2 months ago. Active 5 years, 2 months ago. Viewed 2k times.

If I have two arrays and I want to copy one into the other: real,dimension:: array1,array Alexander Vogt With question asking about performance you should always include the version of the compiler you use and all compilation flags you use, in particular the level of compiler optimizations.

There is no single "Fortran" when it comes to performance, Fortran is just a standard for a programming language and can be slow or fast. Active Oldest Votes. This is the real problem, otherwise the array assignment should not be significantly faster than a DO loop.

Whether or not the compiler reorders the loop depends on the optimization level used and the OP does not report it.


Shagor

thoughts on “Operazione saxpy nel fortran

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top